A Gerusalemme i musulmani italiani incontrano papa Francesco e il patriarca Bartolomeo

Gerusalemme

Con la presenza di papa Francesco oggi a Gerusalemme si conclude anche la visita della delegazione di musulmani della COREIS Italiana, che proprio questa mattina ha preso parte all'incontro tra il Santo Padre e il Presidente israeliano Shimon Peres nella residenza presidenziale, dopo aver incontrato.

Gli incontri di oggi seguono quelli della settimana scorsa con il rabbino capo di Israele David Lau e il mufti di Gerusalemme shaykh Ekrima Saeed Sabri. Incontri a cui è seguita, ieri mattina, una visita al Muro Occidentale (Western Wall), unica parte rimasta dell’antico Tempio di Salomone che rappresentava il centro rituale per il popolo ebraico. La delegazione è stata ricevuta e accompagnata nella visita da Rav Shmuel Rabinovitch, rabbino responsabile dei Luoghi Sacri e del Muro, insieme a Rav Daniel Sperber.

La delegazione della COREIS Italiana di fronte al Muro Occidentale con Rav Shmuel Rabinovitch, rabbino responsabile dei Luoghi Sacri e del Muro, e Rav Daniel Sperber

La delegazione ha infine preso parte insieme a centinaia di fedeli musulmani, presso la Cupola della Roccia e la Moschea al-Aqsa, alle ritualità dell’Isra wa al-miraj, il viaggio notturno e l’ascensione celeste del Profeta Muhammad, che ricorre proprio nella giornata di oggi secondo il calendario islamico, 27esimo giorno del mese di Rajab.

Proprio in questi luoghi secondo la tradizione islamica si è compiuto il viaggio miracoloso che ha portato il profeta dell’Islam in una sola notte da Mecca a Gerusalemme e da qui, presso la roccia del sacrificio di Abramo, ad ascendere attraverso i cieli fino alla visione del Volto di Dio. Proprio nello Haram al-Sharif questa mattina Papa Francesco è stato ricevuto in visita dalle autorità islamiche di Gerusalemme e dal Principe Ghazi bin Muhammad bin Talal che ha accompagnato il Papa nella città santa dopo averlo accolto venerdì in Giordania.

 

L’imam Yahya Pallavicini con Abd al-Ghafur Masotti, responsabile della COREIS per il dialogo interreligioso, ‘Isa Abd al-Haqq Benassi e Fatima Spartano

Questa sera infine si svolgerà una tavola interreligiosa organizzata dall’Elijah Institute al YMCA di Gerusalemme sulle ricadute della visita del Pontefice in Terra santa, con l’intervento dello Shaykh Abd al-Wahid Pallavicini.

Nella giornata di ieri la delegazione ha incontrato e salutato il patriarca ecumenico Bartolomeo come occasione per testimoniare il valore di questi incontri tra rappresentanti delle tre rivelazioni del monoteismo abramico, non solo come contributo per la pace nella Gerusalemme terrestre ma soprattutto per un vero incontro spirituale nella Gerusalemme celeste.