Egitto, preghiera per i pellegrini copti

Come religiosi musulmani credenti nello stesso Dio, ci colpisce particolarmente la notizia di un attacco a pellegrini copti nella zona di Minya, 200 chilometri a sud del Cairo, diretti al monastero dell'Anba Samuel

Dopo la sinagoga di Pittsburgh negli USA, un altro ignobile attentato contro fedeli pacifici ci unisce nella preghiera, come uomini e donne religiosi, e ci sprona nella testimonianza della pace contro ogni estremismo.

Nell’esprimere vicinanza a tutti i fratelli cristiani, trasmettiamo la traduzione di un comunicato del Consiglio Mondiale delle Comunità Musulmane.

Si tratta di un organo di coordinamento internazionale costituito ad Abu Dhabi, nel cui consiglio esecutivo di 20 membri siedono 4 rappresentanti europei: i mufti della Russia, della Grecia e della Croazia e il presidente COREIS, imam Yahya Pallavicini.

Il Presidente del Consiglio è Ali Rashid Al-Nuaymi (Emirati Arabi Uniti) e il segretario generale Mohamed Bechari dalla Francia.

Il Consiglio mondiale delle comunità musulmane condanna fermamente l’attacco al bus cristiano in Egitto

Il Consiglio Mondiale delle Comunità Musulmane ha rilasciato oggi una dichiarazione che condanna l’attacco terroristico che ha preso di mira i pellegrini copti causando 7 morti e molti altri feriti.

Il Consiglio Mondiale delle Comunità Musulmane invita tutti i Musulmani ad eliminare questa ideologia terrorista e promuovere i valori della tolleranza e della convivenza pacifica affinché il pensiero estremista non abbia alcuno spazio nelle comunità musulmane in futuro.

Il Consiglio ha espresso le sue sentite condoglianze a Papa Tawadros II di Alessandria, ai nostri fratelli copti in tutto il mondo e alle famiglie delle vittime e ha augurato ai feriti una rapida guarigione.

L’Yahya Pallavicini presenta la costituzione del Consiglio Mondiale delle Comunità Musulmane