Religiosi e politici per l’ambiente al Parlamento di Parigi

20161130

Assemblée Nationale    Parigi

“Ambiente e sviluppo sostenibile nel mondo euro-mediterraneo: approcci interculturali”, questo il tema dell’incontro che si terrà domani 30 novembre all’Assemblea Nazionale di Parigi, organizzato dall’IHEI (Insitut des Hautes Etudes Islamiques) e dalla COREIS Italiana, associazioni partner nel rappresentare l’Islam in Italia e in Francia

L’intento è quello di dare seguito alle prese di posizione a tutela dell’ambiente dell’enciclica papale “Laudato Sì” così come della “Dichiarazione islamica sui cambiamenti climatici globali” e delle sessioni della Conferenza dell’ONU sui cambiamenti climatici (a Parigi nel 2015 e a Marrakech nel 2016).

L’Assemblea Nazionale francese ospiterà così un incontro trasversale tra rappresentanti istituzionali, religiosi ed esperti del settore a difesa delle politiche di tutela dell’ambiente, affrontando il problema in contesti segnati da valori, storia e culture differenti, ma uniti nel riconoscere una comune responsabilità nella custodia del bene che è la Creazione.

La mattinata prevede due tavole rotonde con inizio alle ore 9 e conclusioni alle 13:

la prima sessione, di carattere interreligioso, presenterà i temi dell’ambiente (cambiamenti climatici, perdita della biodiversità, esaurimento delle risorse naturali, inquinamento) sottolineando la necessità di cambiamenti nel comportamento individuale e collettivo. I valori culturali e religiosi delle società euro-mediterranee verranno identificati e messi in rapporto con le politiche pubbliche europee e la formazione della cittadinanza.

La seconda sessione sarà sull’educazione e la sensibilizzazione dei leader politici mondiali sul tema dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, “Quale formazione dei leader per una politica di equilibrio tra ambiente, equità sociale, sviluppo economico e valorizzazione culturale?”. In essa verranno presentati anche case studies che sono stati in grado di mettere in pratica progetti che coniugano l’efficienza economica, l’equità sociale e la protezione dell’ambiente.

Tra i relatori che interverranno: Abd-al-Haqq Guiderdoni / direttore dell’I.H.E.I.;  Joël Giraud / deputato della circoscrizione Hautes-Alpes; Yahya Pallavicini / presidente CO.RE.IS. e I.H.E.I.; Abdelmajid Tribak / divisione sviluppo sostenibile e risorse naturali dell’ISESCO, Marocco; Germinal Peiro / deputato, Dordogne; Jean-Luc Brunin / vescovo di Havre  e presidente del Consiglio Famiglia e Società della Conferenza dei vescovi di Francia; rabbino Yeshaya Dalsace / responsabile della comunità DorVador di Parigi; Céline Louche / direttrice dell’istituto RSE de Audencia, Business School, Nantes; Georges El Hage / rappresentante del metropolita ortodosso greco di Francia; Anouar Kbibech / presidente del consiglio francese del culto musulmano; Martin Kopp / coordinatore del gruppo clima della federazione protestante di Francia; Abd-al-Qayyoum Guerre-Genton / ingegnere ambientale e segretario generale dell’I.H.E.I.