Il perdono

Il perdono

Il Messaggero di Padova (EMP), 2018


Contenuto
Il perdono è una merce decisamente rara a tutte le latitudini, in tutte le culture e anche, guarda un po’, per tutte le religioni. È una buona intenzione – in verità, più invocata che praticata – per tante anime generose e pie, ma una pratica ostica anche per mistici, asceti, uomini di Dio e credenti devoti. Si va anche benino per una volta, ma per «settanta volte sette» è decisamente complicato. Ma poi è giusto? Si ritiene che ci debba essere un buon motivo per perdonare. Ma non c’è altro motivo che la parola di Dio. Ce lo ricordano chiaramente gli autori di questi commenti alla Sura XXXIX, 53-54: l’ebreo Davide Assael, la cattolica Antonella Casiraghi, il senatore Elvio Fassone e il musulmano ‘Abd al-Ghafur Masotti. Chi vi riesce alla fine? Per essere tale il perdono supera la pratica della giustizia, padroneggia i desideri del cuore e apre la strada alla misericordia ricevuta e donata. È il sentiero di Dio. Un «punto d’incontro» tra tutte le religioni. Una lettura destinata a ogni uomo di buona volontà
Destinatari
* Membri di Consulte immigrati, mediatori/facilitatori culturali, educatori/formatori, catechisti, chi si occupa di immigrazione, centri ecumenici * Tutti i membri e i responsabili delle tre religioni
Autore
Contributi di: DAVIDE ASSAEL Docente di filosofia. Ha studiato teologia a Ginevra con Bernard Rordorff. Dal 2008 ha declinato i suoi interessi teologici in ambito ebraico con Haim Baharier. È presidente dell’Associazione «Lech Lechà» e collabora con la Fondazione Centro Studi Campostrini di Verona. ANTONELLA CASIRAGHI Responsabile delle sorelle della Comunità monastica di Bose (Magnano, BI). ELVIO FASSONE È stato presidente della Corte d’Assise, magistrato di Cassazione, componente del Consiglio superiore della magistratura. Senatore della Repubblica per due legislature, è autore di numerose pubblicazioni in materia penitenziaria e su temi politico-istituzionali. ’ABD AL-GHAFUR MASOTTI Segretario generale dell’Accademia di Studi Interreligiosi (I.S.A. Interreligious Studies Academy) di Milano; membro del Comitato direttivo della Comunità Religiosa Islamica (Co.Re.Is.) Italiana.

© 2020 - COREIS (Comunità Religiosa Islamica Italiana) / VIA GIUSEPPE MEDA 9 / 20136 MILANO / C.F. 97139100156 / Privacy policy, Cookie policy